questionario
ITENFR
 
 
 
Home » Visita il Parco » News e Newsletter

Cai e Parco si incontrano

Di Massimo Bonati

(Riomaggiore, 07 Novembre 2017) -

La sede della sezione spezzina del Cai, in via Napoli 156, ha ospitato i vertici del Parco nazionale delle Cinque Terre, con il presidente ad interim Vincenzo Resasco fare il punto sulla collaborazione in atto fra i due organismi
All'incontro hanno preso parte, oltre alla presidente della sezione Laila Ciardelli e al consigliere centrale Maurizio Cattani, i numerosi volontari del Cai che hanno prestato opera di vigilanza e informazione lungo i sentieri delle Cinque Terre nel corso della stagione turistica.
Il presidente Resasco, nel ringraziare il Cai per il prezioso supporto fornito, ha prospettato scenari di cooperazione sempre più ampi, con riferimento alla possibilità di effettuare interventi formativi nelle scuole e alla necessità di far vivere ai turisti esperienze di fruizione di tutto il patrimonio sentieristico del Parco, non solo della parte più prossima al mare come avviene in gran parte oggi.

Ciò in linea con il protocollo d'intesa rinnovato di recente fra il Parco e il Cainazionale, e con altri accordi che lo stesso Cai ha siglato nelle scorse settimane con altri importanti soggetti del panorama istituzionale.

Si tratta dell'Anci (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani), del Miur (Ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca), dell'Unpli (Unione delle Pro Loco d'Italia), dell'Arma dei Carabinieri, dell'Istituto Geografico Militare (IGM).

"Sono accordi di grande rilevanza, che confermano il ruolo centrale del Cai nel contesto di tematiche che spaziano dalla gestione e valorizzazione delle rete escursionistica e del patrimonio storico-culturale alla tutela dell'ambiente e dei valori della montagna,  dall'educazione verso lo sviluppo sostenibile e la cultura della sicurezza e della prevenzione alla realizzazione di studi e strumenti cartografici" ha affermato il consigliere centrale Maurizio Cattani.

Come sostiene la presidente Laila Ciardelli, "questi protocolli d'intesacomporteranno importanti ricadute anche a livello territoriale, come nel caso dell'attività portata avanti dai volontari della commissione sentieri nella salvaguardia e vigilanza della rete sentieristica. In tal senso raccogliamo con piacere l'invito del presidente Resasco di potenziare la collaborazione in atto con il Parco Nazionale delle Cinque Terre, ma la stessa disponibilità la offriamo alle altre istituzioni del territorio con le quali stiamo già lavorando insieme, come il Comune della Spezia, ilParco di Montemarcello Magra e il Parco di Portovenere".

A livello provinciale il CAI conta oltre 2000 soci fra le sezioni della Spezia e di Sarzana e, oltre che di sentieri, si occupa attivamente di tutela dell'ambiente montano, integrazione, alpinismo giovanile  e ospita scuole di speleologia, arrampicata, alpinismo, sci-alpinismo, escursionismo.

foto della notizia
 
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookQR Code