questionario
ITENFR
 
 
 
Home » Visita il Parco » News e Newsletter

L'AMP Cinque Terre incontra le imprese di noleggio, locazione e centri di immersione guidate subacquee

Venerdi 26 gennaio, l'Ente ha organizzato un incontro per illustrare le novità che saranno introdotte nel Disciplinare integrativo. Mitigazione degli impatti e premialità ambientale le priorità.

(Manarola - Sede, 31 Gennaio 2018) - Venerdi 26 gennaio, presso la sede dell'Area Marina Protetta a Manarola, l'Ente Parco ha riunito i titolari di autorizzazione per noleggio, locazione ed immersioni guidate subacquee che operano all'interno della zona di tutela al fine condividere le novità introdotte dal Disciplinare integrativo in fase di definizione con il Ministero dell'Ambiente del Territorio e del Mare.

L'incontro, aperto dal Presidente F.F. Vincenzo Resasco - alla presenza del Direttore Patrizio Scarpellini e dei tecnici dell'Area Marina Protetta - ha avuto la finalità di anticipare le nuove disposizioni connesse allo svolgimento delle attivà commerciali legate alla fruizione del mare.

Tra le principali novità segnalate dal Presidente nel corso della riunione molto partecipata si evidenziano: le modalità di presentazione delle domande che saranno disponibili sul portale dell'Ente una volta approvato il disciplinare; il contingentamento delle presenze e la mitigazione degli impatti attraverso la definizione del numero massimo di autorizzazioni rilasciabili; l'adozione di una procedura di assegnazione delle istanze mediante un sistema di priorità che tenga conto della residenza e del possesso di concessioni per l'ormeggio nei Comuni dell'Area Marina Protetta e l'introduzione di fattori di premialità ambientale quali il possesso di motori conformi alla Direttiva 44/2003  CE riferita alle emissioni. 

Altra importante modifica che sarà recepita dal documento, l'attribuzione delle autorizzazioni alle singole barche e non più alle attività commerciali. Per questo le unità da diporto dovranno essere identificate mediante il numero di autorizzazione e un contrassegno recante la dicitura "noleggio o locazione", a seconda dell'attività svolta.

L'incontro ha fornito all'Ente l'occasione per ribadire l'importanza del rispetto delle regole di sicurezza e delle norme finalizzate alla salvaguardia dell'ecosistema marino, un valore aggiunto da traguardare anche grazie alla collaborazione dei fruitori dell'Area Marina Protetta delle Cinque Terre.

foto della notizia
 
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookQR Code