questionario
ITENFR
 
 
 
Home » Visita il Parco » Sentieri e outdoor

592-3 (SVA2) Corniglia - Vernazza

Chiuso
Previsioni non disponibili
A piedi         Elevato interesse: flora Elevato interesse: panorama Elevato interesse: religione Elevato interesse: storia 
  • Tempo di andata:  1 ora 30 minuti
  • Tempo di ritorno: 1 ore 45 minuti
  • Difficoltà: EE - Per escursionisti esperti
  • Lunghezza: 4.137 km
  • Dislivello: 269 m

Lasciata alle proprie spalle la stazione di Corniglia (Street View 1), si percorre la strada pianeggiante che costeggia il lungo muraglione della ferrovia fino ad arrivare ai piedi di via Lardarina, una scalinata piuttosto agevole composta da 33 rampe, per un totale di 377 scalini (foto 360°). Al termine della scalinata, voltando a sinistra, sulla strada carrozzabile, si prosegue verso l'abitato, altrimenti si prosegue per via Serra seguendo il segnavia del percorso fino a giungere al bivio (2), sulla destra, con il sentiero 587 Corniglia – Cigoletta. Superata la chiesa parrocchiale di San Pietro (3) si prosegue lungo via Serra () uscendo dal paese (4) e riattraversando la strada asfaltata per riprendere sull'altro lato il sentiero in prossimità del punto di controllo dei biglietti per l'accesso al percorso del Parco (5).


(foto di: PN Cinque Terre)
 

   Scarica KMZ
Turistico, Escursionistico, Esperto, Chiuso
 

Si scende brevemente attraversando un ponticello sul Rio della Groppa () per risalire attraverso alcune fasce di terreno terrazzate per la coltivazione dell'ulivo (6 - ). Passato il Fosso del Canaletto (7), si sale lungo una mulattiera di pietra () fino a raggiungere un punto panoramico dal quale è possibile ammirare il paese di Corniglia (), la valle con la sottostante spiaggia di Guvano () e, in alto a destra (8), il borgo di San Bernardino, posto sul ciglio di un grande movimento franoso. La salita continua, attraverso un canneto e un piccolo spiazzo (), fino a raggiungere il piccolo abitato di Prevo (280 m) (9). Da qui il sentiero prosegue in falsopiano attraverso folti uliveti fino alla scalinata in discesa (10) che porta alla dirupata costa di Macereto, tra fichi d'India e agavi, tra i quali non è poi così raro scorgere qualche falchetto in volo. L'entrata a Vernazza è preannunciata dalla vista mozzafiato che si para d'innanzi all'escursionista: il borgo, con la torre del suo castello ricorda la prua di una nave che fiera si staglia tra le infinite sfumature di blu regalate dall'incontro tra mare e cielo ( - 11). Entrando nell'abitato, si giunge, attraverso la centrale via Roma (12), alla piazza del paese, meravigliosamente incorniciata dal mare ().

Altre info su mappe.parconazionale5terre.it:

Si ricorda quindi che la percorrenza sui tracciati del Parco nazionale delle Cinque Terre dovrà sempre avvenire in condizioni meteo climatiche buone, con calzature adatte e da parte di persone dotate di buona pratica escursionistica.

(foto di: Parco Nazionale delle Cinque Terre)
 
 
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookQR Code