Il Parco Nazionale delle Cinque Terre ha avviato, come da Deliberazione del Presidente n. 98 del 22.12.2014, un percorso finalizzato a migliorare le prestazioni ambientali delle attività economiche, promuovendo comportamenti sostenibili e condivisi relativamente alle tematiche ambientali e alla qualità dei servizi da parte di tutti i “portatori di interesse”.  A seguito del conseguimento della certificazione ISO 14001:2204 e in vista della registrazione EMAS, l’Ente promuove certificazioni di tipo volontario, quale il Marchio di Qualità Ambientale (MQA), strumento fondamentale per la creazione di un sistema territoriale complementare con cui operatori impegnati nella ricettività e nella ristorazione, produttori agricoli e realtà commerciali contribuiscono sinergicamente a migliorare le singole prestazioni ambientali, sviluppando standard qualitativi elevati.
L’adesione al Sistema, che avviene su base volontaria e gratuita, è aperta a strutture che operano nel settore ricettivo e della ristorazione all’interno della perimetrazione dell’Area protetta.

Le principali finalità del Disciplinare del Marchio sono:
- fissare i requisiti minimi di accesso al Sistema che devono essere soddisfatti dai futuri aderenti
- organizzare lo Sportello itinerante per facilitare il reperimento di tutte le informazioni tecniche relative al progetto ed essere a disposizione degli operatori
- individuare le modalità di verifiche interne alle strutture, svolte dal personale del Parco, in fase di accesso e in fase di miglioramento, come definito in apposito programma triennale.

Requisito di base per l’ottenimento del Marchio è il rispetto delle disposizioni di leggi comunali, regionali e nazionali, e l’ottemperanza del 100% dei requisiti minimi di accesso; qualora la struttura sia autorizzata ad entrambi gli esercizi, la stessa deve dimostrare di essere in possesso dei requisiti previsti dai rispettivi ambiti.

Le azioni legate a specifici aspetti di sostenibilità, quali:
 a)    Energia - Sviluppo e la diffusione di interventi e di pratiche rivolte alla riduzione del consumo di energia
 b)    Risorse idriche  - Razionalizzazione dell’uso dell’acqua
 c)    Rifiuti – Riduzione e gestione sostenibile dei rifiuti
 d)    Accoglienza  - Ottimizzazione dei servizi
 e)    Informazione/sensibilizzazione del personale – Formazione e miglioramento delle capacità comunicative
 f)    Servizi della struttura – Gestione degli impatti maggiormente significativi.

Disciplinare delle strutture ricettive e di ristorazione

L’iter di adesione al Marchio prevede, in sintesi:
- richiesta di adesione al Marchio, da parte degli operatori, attraverso la compilazione e la trasmissione all’Ente Parco della Manifestazione di Interesse
- compilazione  Scheda di autovalutazione
- verifica documentale e audit interno da parte del personale incaricato (Sportello)
- rilascio del Marchio attraverso la consegna della Licenza d’uso
- verifiche periodiche di mantenimento.

La Manifestazione di Interesse, che contiene le informazioni anagrafiche delle strutture presenta prevede alcuni allegati, quali la Scheda di autovalutazione, licenze e autorizzazioni; l’intera documentazione deve essere  trasmessa all’Ufficio Protocollo dell’Ente Parco, per la successiva assegnazione allo Sportello del Marchio.

- Manifestazione di interesse

- Scheda di autovalutazione

L’istanza può essere presentata in qualsiasi momento dell’anno, al fine di favorire un circolo virtuoso e nuovi aderenti.

Presso lo Sportello il personale incaricato dall’Ente procede alla verifica documentale per accertare che la modulistica presentata sia completa e corretta, e per stabilire l’esito dell’autovalutazione dei requisiti.  Successivamente all’audit in struttura per la verifica della corrispondenza tra i requisiti dichiarati nell’autovalutazione e la situazione reale.

Ottenuto il Marchio, il gestore della struttura si impegna a redigere un piano triennale contenente le azioni migliorative inerenti l’attività al fine di migliorare le proprie prestazioni ambientali e ridurre gli impatti diretti ed indiretti sul territorio.

Le strutture aderenti al Marchio potranno beneficiare di una serie di azioni di promozione realizzate direttamente dal Parco che si impegna a sviluppare l’attività di comunicazione e promozione del Marchio, ad inserire le strutture aderenti nei programmi delle escursioni attraverso il Consorzio ATI, il CEA e l’acquisto della Cinque terre Card, a promuovere percorsi formativi da parte di Enti Accreditati, a realizzare e rifornire le strutture di materiale informativo.

Lo Sportello sarà aperto due volte alla settimana: la relativa programmazione sarà aggiornata periodicamente e visibile sul sito dell’Ente.

Facebook Twitter Flickr Youtube Instagram