Meglio i delfini che gli inchini

11/02/2013

Le acque dell’Area Marina Protetta delle Cinque Terre mai come in questi giorni stanno regalando la presenza dei delfini che, in questo tratto del Santuario Pelagos, hanno trovato un’oasi sicura. Un motivo in più per proibire l'avvicinamento delle navi da crociera.

(Manarola, 11 febbraio 2013) Febbraio vale sicuramente una gita alle Cinque Terre. Soprattutto per coloro che amano godere delle bellezze naturali in abito invernale.

Uno dei vantaggi è sicuramente la possibilità fare piacevoli incontri nelle acque cristalline dell’Area marina Protetta, oasi racchiusa nel Santuario Pelagos dal 1999.
L’Area Marina delle Cinque Terre fa parte di quest’Area Specialmente Protetta di Interesse Mediterraneo nel bacino Corso Liguro Provenzale che ha sancito la priorità della tutela dei mammiferi marini.

In questo contesto il decreto rotte contro gli inchini delle navi che si avvicinano alle coste italiane, firmato dal Ministro dell’Ambiente Corrado Clini e da quello dei Trasporti Corrado Passera, rappresenta un provvedimento di grande attualità e importanza per la tutela delle risorse marine.
Il decreto nasce infatti per garantire la sicurezza delle aree protette e delle zone che hanno un alto valore paesaggistico, lanciando al contempo un messaggio importante: le esigenze del turismo non possono andare contro la salvaguardia dell’ambiente

L’Area Marina Protetta delle Cinque Terre ha scelto: meglio i delfini che gli inchini.


Facebook Twitter Flickr Youtube Instagram