questionario
ITENFR
 
 
 
Home » Natura e territorio

L'Area Marina Protetta delle Cinque Terre

L'Area Marina Protetta delle Cinque Terre è stata istituita con il decreto del Ministero dell'Ambiente del 12 dicembre 1997 e comprende i Comuni di Riomaggiore, Vernazza, Monterosso e per una piccola porzione Levanto. L'istituzione delle Aree Marine Protette è prevista da due leggi nazionali: Disposizioni per la difesa del mare (n. 979 del 31 dicembre 1982) e Legge Quadro sulle Aree Protette (n. 394 del 6 dicembre 1991).

La finalità dell'Area Marina Protetta Cinque Terre, che comprende due zone A di riserva integrale e due zone B di riserva generale a Punta Mesco e Capo Montenero e che vanta una ricchezza e varietà straordinaria di specie animali e vegetali, è quella di tutelare e valorizzare le caratteristiche naturali, chimiche, fisiche e della biodiversità marina e costiera, anche e sopratutto attraverso interventi di recupero ambientale, avvalendosi della collaborazione del mondo accademico e scientifico. Per queste ragioni sono costantemente realizzati programmi di studio, monitoraggio e ricerca scientifica nei settori delle scienze naturali e della tutela ambientale, con l'obiettivo di assicurare la conoscenza sistematica dell'area, ma anche per la promozione di uno sviluppo sostenibile dell'ambiente, con particolare riguardo alla valorizzazione delle attività tradizionali, delle culture locali, del turismo ecocompatibile e alla fruizione delle categorie socialmente sensibili.

In questi anni il Parco Nazionale e l'Area Marina Protetta delle Cinque Terre, che dal 1999 sono entrati a far parte del Santuario dei Cetacei, hanno attivato una serie di progetti con numerose aree protette italiane ed europee.

  • Scarica la modulistica di accesso al bando al PDF LINK


  NOLEGGIO E LOCAZIONE 2019
PROVVEDIMENTO DI AGGIORNAMENTO DELLA GRADUATORIA NOLEGGIO 2019 (con PDF Determinazione Dirigenziale n. 304 del 28.05.2019)


AMP: AVVISO SOGGETTI ASSEGNATARI DELLE AUTORIZZAZIONI PER ATTIVITà DI NOLEGGIO E LOCAZIONE

I titoli autorizzativi, gli striscioni identificativi ed i libretti per il monitoraggio delle attività - Anno 2019 - sono disponibili presso gli uffici dell'AMP.

Le autorizzazioni potranno essere ritirate presso la sede dell'Ente gestore dopo aver trasmesso all'Ufficio Protocollo il pagamento dei corrispettivi come da lettera all'uopo inviata.

La autorizzazioni devono essere sottoscritte dal legale rappresentante oppure da soggetto delegato.

Gli striscioni dovranno essere esposti su ambedue i lati dello scafo durante l'intero periodo di validità dell'autorizzazione, anche durante l'ormeggio e/o giacenza inoperosa del mezzo nautico.

I libretti per il monitoraggio dovranno essere compilati e tenuti a bordo delle unità durante lo svolgimento dell'attività.

Gli uffici dell'Area Marina Protetta, presso Stazione Ferroviaria di Manarola, Va Discovolo snc, sono disponibili al ritiro da parte degli utenti dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 11.00.


Interreg MARITTIMO IT_FR 2014 – 2020. Asse 2 – Lotto 3 – PI 6C – OS 1. Titolo progetto: GIREPAM
  • GRADUATORIA per l'affidamento di incarichi 'Assistente addetto ai servizi a mare nell'Area Marina Protetta' al PDF LINK

L'ufficio Area Marina Protetta è a disposizione per fornire informazioni e assistenza alla compilazione delle richieste di autorizzazione: dalle ore 9.00 alle ore 11.00 dal lunedì al venerdì al numero 0187 762643oppure, presso la sede dell'Ente Gestore in Via Discovolo snc - c/o Stazione Manarola - 19017 Riomaggiore (SP), sempre all'orario sopra indicato.

 

 
Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa della Capitaneria di Porto della Spezia
Ecco norme della Regione Liguria da seguire nel periodo di grave pericolosità per gli incendi boschivi.
 
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookQR Code