questionario
ITENFR
 
 
 
Home » Ente Parco » Attività dell'Ente » Programmazione Europea

MAREGOT

''MAnagement des Risques de l'Erosion cotière et actions de Gouvernance Transfrontalière'' - Programma Interreg V-A Marittimo Italia Francia 2014 -2020

Sintesi del progetto: il progetto è finalizzato alla prevenzione egestione congiunta dei rischi derivanti dall'erosione costiera nell'area di cooperazione. Il progetto strategico intende avviare un'azione di piani cazione condivisa che, grazie a unamigliore conoscenza dei fenomeni erosivi e della dinamica dei litorali, individui soluzioni diintervento ottimali per la gestione del territorio in relazione alle caratteristiche morfologichee idrodinamiche dalla costa.A partire dall'analisi critica dei sistemi di monitoraggio e dei dati esistenti si definirà unametodologia transfrontaliera per il monitoraggio.L'approccio transfrontaliero è necessario poiché le dinamiche naturali legate ai fenomenierosivi trascendono i con ni amministrativi nazionali, sono comuni alle regioni delProgramma e richiedono un approccio congiunto.

Capofila: Regione Liguria

Partner: Parco Nazionale Cinque Terre, Università di Genova, Regione Toscana, Università di Firenze, Laboratorio di Monitoraggio e Modellistica Ambientale per lo svilupposostenibile, Regione Autonoma Sardegna, Agenzia Regionale per la Protezione dell'Ambientedella Sardegna, Università di Cagliari, O ce de l'Environnement de la Corse Bureau deRecherche Géologique et Minières, Service Départemental d'Incendie et de Secours de laHaute-Corse, Departement du Var, Conservatoire de l'Espace Littoral et des RivagesLacustres.

Durata: 3 anni (gennaio 2017 - gennaio 2020)

Budget Totale del progetto: € 4.959.419,65

Budget AMP Cinque Terre: € 321.900,00

Azioni previste: Su specifiche aree pilota verranno effettuate attività di prospezioni geofisiche da terra, da mare e da volato. Rilievo sistematico mediante laser scanning terrestre (TLS) per creare modelli in alta definizione di tratti caratterizzati da costa alta. Dalle scansioni TLS sarà possibile risalire alla geometria dell'area studiata (x,y,z) con elevate precisioni (cm). Alle coordinate dei punti sarà associata l'intensità del segnale, strettamente dipendente dalle caratteristiche chimico-fisiche delle superfici illuminate. In particolare, il dato di intensità è legato alla rugosità del materiale ed al possibile livello di contenuto di acqua. Inoltre, le nuvole di punti TLS saranno messe a disposizione dei partner che potranno usarle per ottenere informazioni quantitative sull'assetto strutturale degli ammassi rocciosi. Un rilievo fotogrammetrico realizzato mediante sistemi a pilotaggio remoto (SAPR), mirato alla ricostruzione metrica della superficie tridimensionale della morfologia delle aree scelte, con particolare attenzione alla possibilità di trarre informazioni anche nella fascia sommersa  da -3 m a 0, dove tipicamente i rilievi multibeam non arrivano per problemi di navigabilità e diffusione del dato.Inoltre, nell'area pilota scelta, si testerà un sistema di caratterizzazione del moto ondoso mediante una rete di accelerometri a terra sviluppati nell'ambito del progetto europeo OS-IS. L'uso di particolari accelerometri, e l'analisi dei dati con particolari algoritmi, permette la caratterizzazione dei parametri del moto ondoso (altezza significativa, periodo, picco e periodo medio).

Stato del progetto: avviato
 
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookQR Code