questionario
ITENFR
 
 
 
Home » Ente Parco » Attività dell'Ente » Programmazione Europea

MEDSEALITTER

''Developing Mediterranean-specific protocols to protect biodiversity from litter impact at basin and local MPAs scales'' - ProgrammaInterregMediterranean 2014 - 2020

Sintesi del progetto: Il Mar Mediterraneo è uno dei punti caldi di biodiversità del mondo, ma è anche uno dei mari più inquinati del mondo. Il marine litter è una minaccia globale per gli organismi marini viventi. Oltre 260 specie sono state finora segnalati per ingerire o aggrovigliarsiin macerie come la plastica, lenze, gomma e un fogli di alluminio. Il problema riguarda in particolare pesci, cetacei etartarughe marine, animali nel cui tratto digestivo appaiono comunemente micro e macro plastiche accidentalmente ingoiate.La Direttiva quadro sulla Strategia Marina considera i rifiuti marini come uno dei più gravi in materia di cause di inquinamento del maree afferma che il Buon Stato Ambientale è raggiunto quando "le proprietà e le quantità di rifiuti marini nonprovocano danni alla costa e all'ambiente marino ".
Analoghe considerazioni sono state fatte da parte dei Paesi del Mediterraneo che hanno adottato la Convenzione di Barcellona, garantendo che i rifiuti marini non devono influire sulla biodiversità ei servizi ecosistemici sono stati incorporati come obiettivo ecologico principale.
Anche se molte organizzazioni del Mediterraneo stanno lavorando su questo tema, non c'è alcun protocollo ampiamente accettato per valutare l'inquinamento da rifiuti marini. Per questo motivo, il progetto si propone di creare una rete di Aree Marine Protette rappresentative, organizzazioni scientifiche eambientali per lo sviluppo, il test e la distribuzione di protocolli efficienti, di facile applicazione ed efficaci per monitorare egestire l'impatto sulla biodiversità.

Capofila: Parco Nazionale delle Cinque Terre

Partner: Legambiente, ISPRA, Unività di Barcellona, Università di Valencia, Ass Medasset (Grecia),Hellenic Centre for Marine Research (Grecia),  AMP Villasimius, Ecolo Pratique des Haute Etudes (Francia), EcoOcean (Francia).

Durata: 3 anni (1 novembre 2016 - novembre2019).

Budget Totale del progetto: € 2.402.741,83.

Budget AMP Cinque Terre: € 296.860,50

Azioni previste: Valutare e mettere a punto le metodologie più efficaci per monitorare i rifiuti marini e il potenziale impatto sulla biodiversità, tenendoconto delle prassi esistenti, la distribuzione spaziale, le dimensioni dei rifiuti marini, le potenziali ripercussioni sul biota e la necessità di un approccio multidisciplinare: monitoraggio delmacrolitter a scala locale-AMP da imbarcazioni, monitoraggio delmicrolitter a scala locale-AMP analizzando i metodi migliori per lo studio dell'ingestione di litter nelle specie ittiche bersaglio e individuazione dei tassi di ingestione di litter da parte dei Polychaeta.
Il prodotto finale sarà una un protocollo comune che definirài metodi da testare nella fase successiva. Ultima fase del progetto sarà promuovere la versione finale dei protocolli in altre AMP del Mediterraneo. L'attività di comunicazione, l'organizzazione di workshop e corsi di formazione daranno lapossibilità di comunicare le attività del progetto e divulgarne i risultati promuovendo l'adesione di altre AMP al protocollo comune.

Stato del progetto: avviato
 
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookQR Code