questionario
ITENFR
 
 
 
Home » Visita il Parco » News e Newsletter

Vignaioli estremi custodi del paesaggio. Muretti a secco patrimonio dell’Umanità Unesco simbolo della viticoltura eroica

(Riomaggiore, 28 Novembre 2019) - La viticoltura eroica non è solo eccellenza enologica ma anche un inestimabile patrimonio dal punto di vista paesaggistico e culturale. Alla vigilia di Vins Extrêmes – rassegna dei vini eroici, a Forte di Bard (Valle d'Aosta) il 30 novembre e 1 dicembre – il Cervim ricorda l'importanza della presenza dell'agricoltura e quindi dell'uomo, nelle aree più estreme, quelle a forte pendenza o nelle piccole isole. Ed il recente riconoscimento Unesco per la pratica dei muretti a secco ne è un concreto esempio.

«Il riconoscimento da parte dell'Unesco – sottolinea Roberto Gaudio, presidente Cervim -, della pratica rurale dell'arte dei muretti a secco che è stata iscritta nella lista degli elementi dichiarati patrimonio culturale immateriale dell'umanità, rappresenta una grande testimonianza per la viticoltura eroica nell'intera area del Mediterraneo e per i territori in forte pendenza, onorando e qualificando ulteriormente il lavoro dei vignaioli eroici».

L'arte dei muretti a secco – appartenente a Cipro, Croazia, Francia, Grecia, Italia, Slovenia, Spagna e Svizzera – ricalchi la geografia della viticoltura eroica, che è ovviamente più ampia.

Continua https://www.agricultura.it/2019/11/28/vignaioli-estremi-custodi-del-paesaggio-muretti-a-secco-patrimonio-dellumanita-unesco-simbolo-della-viticoltura-eroica/

 
share-stampashare-mailshare-twittershare-facebookQR Code