Nel Parco in sicurezza
Indossa sempre la mascherina, rispetta il distanziamento e adotta le misure di autoprotezione per il contenimento dell'epidemia da virus Covid-19
Rispetta sempre la natura, smaltisci la mascherina e i dispositivi di protezione individuale, nella raccolta indifferenziata. La loro dispersione nell'ambiente rappresenta una grave minaccia per gli ecosistemi.
Logo del Parco
Condividi
Home » Visita il Parco » News e Newsletter

Forum Permanente CETS Carta Europea del Turismo Sostenibile

In sede di rinnovo della CETS, il Parco nella Giornata della Trasparenza ha promosso un forum al quale hanno partecipato da remoto soggetti pubblici e privati, sul bilancio del I° quinquennio d'attività e l’avvio della III fase.

(Manarola - Sede del Parco, 23 Dicembre 2020)

Si è tenuta in modalità online l'edizione 2020 del FORUM CETS organizzato nell'ambito della Giornata della Trasparenza della Carta Europea del Turismo Sostenibile nelle Aree Protette. Promosso dall'Ente Parco Nazionale delle Cinque Terre – con Europarc Turismo Sostenibile nelle Aree Protette e Federparchi – il Forum ha registrato la partecipazione di circa 40 soggetti pubblici e privati. Quello dello scorso 21 dicembre è stato un primo appuntamento al quale, a gennaio, seguirà un'occasione istituzionale di confronto tra tutti i soggetti coinvolti al fine di raccoglierne osservazioni e suggerimenti utili a tracciare il percorso del 2021.

 

Dopo i saluti iniziali della Presidente del Parco Nazionale Cinque Terre, Donatella Bianchi, e del Direttore dell'Ente Parco Patrizio Scarpellini, che ha moderato i lavori, sono stati sinteticamente illustrati gli obiettivi conseguiti nel primo quinquennio di attività 2015 – 2019 e quelli futuri da perseguire. Una vivace nascita di numerose nuove associazioni, 19 aziende certificate CETS, 30 aziende che hanno superato il primo Audit in attesa di certificato, 50 aziende in attesa degli ispettori per l'Audit finale, alcuni dei principali numeri presentati.

Presenti i sindaci e tra questi il sindaco di Monterosso Emanuele Moggia, anche presidente della Comunità del Parco Nazionale Cinque Terre, Fabrizia Pecunia Sindaco di Riomaggiore e Francesco Villa Sindaco di Vernazza che hanno portato il loro saluto

Organizzato in due sessioni, il FORUM durante la prima parte dei lavori, dal titolo "Verso il rinnovo della Fase I della Carta Europea del Turismo Sostenibile nelle Aree Protette – Bilancio 2015 – 2019, analisi delle azioni e risultati raggiunti", ha registrato i contributi di Corrado Teofili, Referente Federparchi Carta Europea Turismo Sostenibile sul Rinnovo della certificazione CETS Fase I 2021 – 2024 e di Enrica Maggiani, Supporto gestione CETS, Parco Nazionale Cinque Terre che ha illustrato l'esito del Monitoraggio del Piano di Azione CETS Fase I 2015 – 2019

Sono state messe in luce le tre linee di ricerca di maggior successo del CETS: 1) un'offerta turistica originaleinnovativa e di qualità attraverso la qualificazione delle strutture ricettive e di ristorazione, a partire dalla formazione degli operatori del settore, il miglioramento dei servizi di accoglienza grazie ad un innalzamento della qualità dell'informazione sui valori del Parco, anche in funzione di un corretto orientamento delle esigenze del turista, la valorizzazione dei prodotti tipici locali nell'offerta di ristorazione e la valorizzazione delle attività di volontariato organizzate in "campi" e soggiorni (ad esempio per interventi di recupero del territorio, per il monitoraggio ambientale); 2) la popolazione riscopre se stessa e il territorio attraverso l'implementazione di strumenti (a partire dal sito web del Parco) per la divulgazione della cultura e delle tradizioni locali, la valorizzazione di attività tradizionali (pesca, agricoltura, difesa del territorio); 3) la gestione del territorio valorizzando e proteggendo le risorse naturali attraverso monitoraggio dei diversi tipi di impatto, sia sulla terraferma che nell'Area Marina Protetta, la prevenzione anti-incendio e rischio idrogeologico, il trattamento dei diversi tipi di rifiuti (solidi e reflui), la riduzione degli impatti ambientali, la gestione dei trasporti e dei movimenti turistici.

Un altro importante tema affrontato - tra le principali finalità fissate dal Piano di Azione CETS - era il raggiungimento della migliore sinergia possibile con gli altri due percorsi intrapresi dall'Ente: la certificazione ambientale ISO 14001 e la certificazione EMAS e l'aggiornamento del Marchio di Qualità Ambientale (MQA), che rappresentano importanti strumenti per la promozione delle politiche di sostenibilità destinate ad unire realtà pubbliche e private. Di conseguenza, il monitoraggio 2020 considera i due sistemi ISO 14001 e MQA quali componenti sinergiche essenziali delle azioni individuate dal Piano di Azione. 

In conclusione, è stato sottolineato che, nel primo periodo 2015 - 2019, l'attuazione della CETS del Parco delle Cinque Terre ha assunto soprattutto il valore di processo in corso, destinato a modificare la propria traiettoria in relazione alle trasformazioni globali. La fase III CETS (prossimo traguardo per il Parco), che prevede il coinvolgimento dei Tour Operator per la creazione di "pacchetti turistici" sostenibili, è in questo momento al centro di una complessa rielaborazione progettuale, nell'incertezza degli scenari a breve e medio termine in relazione alla fine della pandemia e alla ripresa di una nuova "normalità".  

La seconda sessione dell'appuntamento dal titolo Giornata della Trasparenza, prevista dall'articolo 10, comma 6, del D.lgs. n.33/2013 e ss.mm. ha visto la presentazione delle novità normative introdotte dal Decreto 97/2016 c.d. FOIA (Freedom of Information Act)  a cura di Daniele Moggia, Responsabile Transizione al Digitale Parco Nazionale Cinque Terre.

A tal proposito, nelle sue conclusioni, Giampiero Sammuri, Presidente Federparchi, ha sottolineato l'eccellenza del lavoro svolto sulla CETS che colloca il Parco delle Cinque Terre in modo favorevole a livello nazionale per la conferma dei requisiti.  Sulla trasparenza Sammuri ha lodato la nuova applicazione presentata dal Parco ed elaborata per migliorare la comunicazione sullo stato di avanzamento di lavori e delle iniziative nei settori strategici in cui opera l'Ente: sentieri, agricoltura e area marina protetta. L'applicazione, che sarà disponibile online a partire da gennaio, prevede anche una sezione dedicata alle segnalazioni degli utenti sullo stato di percorribilità della rete sentieristica e potrà essere integrata con informazioni su altri settori in cui opera il Parco. Le sue caratteristiche principali sono l'intuitività e la semplicità nella consultazione in particolare da dispositivi mobili.  Insomma uno strumento peculiare e interessante per il rapporto con l'utente, per la fruizione dei sentieri. «Modello da emulare, come stimolo alla risoluzione tempestiva dei problemi». 

La Presidente del Parco Donatella Bianchi, ha concluso l'incontro sottolineando che: «Il Parco vuole mettere in campo tutte le soluzioni per rafforzare l'immagine e la salute ambientale delle Cinque Terre che devono essere protagoniste di un percorso virtuoso per la tutela del capitale naturale, paesaggistico e culturale oltre che promuovere un turismo sostenibile e di qualità. Il 2020 ha segnato le vite di tutti noi mettendoci di fronte a una crisi sanitaria, sociale ed economica. Proprio per affrontare un periodo storico senza precedenti il confronto di oggi è fondamentale. Nelle nostre mani c'è la possibilità di costruire il futuro di questo territorio che non può partire da un nuovo concetto di accoglienza. Bisogna migliorare la capacità di offrire servizi e proprio per questo il Parco deve rafforzare sempre più le reti territoriali. La costruzione del mondo che verrà nasce anche da un confronto continuo e produttivo come quello emerso in questo forum ricco di spunti e di suggerimenti che, certamente, saranno utilissimi per tutelare e difendere lo straordinario valore delle nostra terra. In quest'ottica è fondamentale rafforzare gli strumenti di confronto e di collaborazione volontaria tra soggetti pubblici e privati, come la Carta stessa prevede». 

Il VIDEO del forum al link  

 
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione
© 2021 Parco Nazionale delle Cinque Terre
Via Discovolo snc - c/o Stazione Manarola
19017 Riomaggiore (SP) - CF 01094790118
Tel. 0187/762600 - Fax 0187/760040
E-mail: info@parconazionale5terre.it
PEC: pec@pec.parconazionale5terre.it
DNVEMASPagoPA
Seguici su: